Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

"Expo 2015: il legno per costruire il futuro"

Tavola rotonda FederlegnoArredo
L’Esposizione Universale è un manifesto di tecniche costruttive e materiali made in Italy, a testimoniare il ruolo di protagonista ricoperto con indiscusso successo dal legno. Materiale naturale, ecologico e flessibile, ha costituito a Expo una vera e propria “seconda foresta”, nel segno del rispetto per l’ambiente. Con questo materiale sono stati infatti realizzati oltre il 60 per cento delle strutture.
Dopo l'introduzione del futuro Accordo interregionale sul prelievo legnoso in ambito boschivo da parte di Roberto Carovigno e Rinaldo Comino, rappresentanti di Regione Lombardia e Friuli Venezia Giulia, il convegno è entrato nel vivo con una tavola rotonda che ha coinvolto, oltre al Presidente di FederlegnoArredo, Roberto Snaidero, Oscar Farinetti (Fondatore di Eataly), Alessandro Lacedelli (AD Rubner Objektbau) e Carlo Medaglia (capo segreteria tecnica del Ministero dell’Ambiente).

Carlo Medaglia (capo segreteria tecnica ministero Ambiente) si e soffermato sugli aspetti legati al risparmio energetico, alla sostenibilità e alla sicurezza delle costruzioni in legno, mentre Lacedelli ha posto l'accento sulla velocità di costruzione che il legno garantisce a livello prestazionale.

Il convegno si è chiuso con l'intervento di Paolo Fantoni, presidente Assopannelli, che ha analizzato i primati dell'industria italiana del mobile. Un comparto “vanta la supremazia per export sul prodotto di qualità e ha posto le fondamenta per costruire strategie nuove e più orientate alle mutate sensibilità dei consumatori".
-------
Foto: copyright AdMirabilia / copyright FederlegnoArredo
Il progetto
 
 
 
 
 
 
 
© 2017 Rubner Objektbau GmbH | Partita IVA 02223110210 | Impressum | Cookie | Sitemap | D.Lgs.231/2001 | Privacy Vai a top
 
 
Newsletter RUBNER